Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
21 maggio 2012 1 21 /05 /maggio /2012 20:31

Io sono nato povero, molto povero. Nella mia famiglia lavorava solo mio padre (lavorava per modo di dire, visto che di solito passava 8 mesi all'anno in cassa integrazione) ed eravamo 5 fratelli.

Potete ben immaginare come la mia infanzia e giovinezza sia stata povera: non ho mai posseduto un computer, ho vissuto sempre utilizzando gli indumenti dei miei fratteli più grandi, anche per il mangiare qualche volta ci sono stati problemi.

Purtroppo non ho potuto studiare oltre la terza media e quindi chiedo venia in anticipo se la mia scrittura non è delle più raffinate e talvolta può anche non essere corretta.

Non avendo studiato le opportunità lavorative che mi si sono presentate sono state davvero scarse: qualche lavoretto in nero qua e la, soprattutto come cameriere.Arrivato a 26 anni potevo dire di essere un fallimento totale, senza eccezione. Non avevo mai avuto una ragazza, guadagnavo a stento 300 euro al mese e la cosa peggiore era che non avevo prospettive, di alcun tipo.

Era una situazione davvero tragica: non voglio nascondere a nessuno che ho pensato anche al suicidio, più volte. Per fortuna non ho mai messo in pratica i miei propositi, perché poi all'improvviso è arrivata la svolta, costituita dalle opzioni binarie.

Non voglio raccontare tutto in un post, visto che ho deciso di aprire questo blog proprio per parlare della mia vita, soprattutto per dare un esempio a tutti.

Dai problemi economici, anche dai più terribili, si può sempre uscire e, anzi si può raggiungere un benessere economico invidiabile.

Mai abbandonarsi alla disperazione più cupa, quella che non ti permette di vedere il futuro, mai lasciarsi andare. La vita è una cosa meravigliosa e ce la dobbiamo godere fino in fondo.

Io sono passato dalla disperazione alla gioia, non solo perché ho imparato a fare trading con le opzioni binarie ma anche perché ho sempre conservato, in un cantuccio del mio povero cuore, un barlume di speranza.

E poi la speranza è divampata!

Condividi post
Repost0