Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
4 marzo 2014 2 04 /03 /marzo /2014 15:31

Quando investiamo con le opzioni binarie, di fatto, investiamo in mercato come valute, azioni o materie prime. Ecco una sintetica introduzione ai mercati su cui si può investire con le opzioni binarie.

 

Le Opzioni Binarie rappresentano uno strumento di trading tutto sommato semplice da utilizzare.

 

Il meccanismo di base è sempre lo stesso: “scommettere” (o investire) sul verificarsi o sul non verificarsi di un avvenimento.

La questione è, in verità, un po’ più complicata di quello che sembra. In primo luogo, va scelto il tipo di opzione (l’offerta è veramente abbondante). Soprattutto, però, va scelto l’asset. Con quest’espressione, molto banalmente, si indica l’oggetto protagonista dell’opzione. Esistono numerosissi asset ma essenzialmente possono essere divisi in tre categorie.

 

Asset Valute

Le valute sono tra gli asset più apprezzati. In verità, oggetto del trading sono le coppie valutarie, ossia il rapporto tra due monete. Quasi tutte le monete sono a disposizione del trader ma è evidente come alcune siano più importanti di altre. Tra queste spiccano EUR/USD (euro-dollaro), EUR/GBP (euro-sterlina), USD/JPY (dollaro-yen).

La preferenza degli investitori va spesso alle valute perché la letteratura in merito è davvero vasta. Esse sono infatti protagoniste di un altro importantissimo strumento di trading, il Forex, riguardo al quale sono disponibili un numero incredibile di informazioni, studi, elaborazioni strategiche. Tutto materiale che è utilizzabile anche quando si praticano le Opzioni Binarie.

 

Asset Commodities

Per Commodities si intendono i beni materiali, spesso e volentieri materie prime. Tra queste spiccano: oro, petrolio, argento, rame e così via. Rappresentano una buona alternativa alle valute perché sono meno imprevedibili. Il loro andamento, infatti, dipende molto dalle dinamiche vicine all’economia di mercato – es. legge della domanda e dell’offerta – e sono inoltre suscettibili di politiche (nazionali e non) generalmente facilmente interpretabili.

L’unico difetto di questa scelta è che la letteratura sulle commodities, pur essendo molto prolifica, non raggiunge i livelli “compulsivi” delle valute. Ad ogni modo, se il vostro trading è compassato e non segue i ritmi frenetici tipici del Forex, le commodities rappresentano una scelta davvero azzeccata.

 

Asset Azioni

Questa tipologia di asset è davvero imprevedibile. Sono molti i fattori che rendono le azioni una sfida a tratti insostenibile per l’investitore. In primo luogo, la complessità. Esistono aziende di diverso tipo, di diversa importanza, di altrettanta diversa composizione. La stessa eterogeneità, ovviamente, caratterizza le azioni.

Senza contare, poi, che le informazioni delle aziende non sono disponibili come potrebbero essere quelle che riguardano la politica monetaria di una banca centrale o di uno stato (vedi le asset valute) e quindi è difficile agire con cognizione di causa.

Problemi minori si registrano quando si ha a che fare con gli indici azionari che riguardano sì le azioni ma a un livello assai più generale. L’asset, in questo caso, è dato dalle “performance” delle varie piazze, Wallstreet, Piazza Affari, Francoforte. In quel caso, si tratta di percepire il sentiment del mercato, elemento che, pur essendo complesso, è sufficientemente leggibile.

Condividi post
Repost0

commenti