Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
13 marzo 2014 4 13 /03 /marzo /2014 10:20

Il trading di opzioni binarie può cambiare la vita, garantito.

 

Lo dico perché io personalmente, come chi mi legge sa bene, ho cambiato la mia vita, passando da essere un fallito patentato a essere una persona di succesa rispettata, ammirata e persino amata.

 

Come dire, da 0 a 100 in pochi secondi grazie alle opzioni binarie. E si, perché questo cammino di crescita non è stato un cammino veloce, immediato, non è stato semplice a dirla tutta. E' stato un cammino accidentato, un cammino che non sempre è stato lineare.

 

Perché arrivato ad un certo punto della vita, uno fa i conti. E' vero, molto spesso parlo in modo trionfale di quello che le opzioni binarie mi hanno portato a fare, parlo della qualità della mia vita che è eccelsa. Oggi come oggi posso realizzare tutti i miei desideri, tutti i miei sogni.

 

Ma quanto mi è costato questa scalata al successo? Quanto ho dovuto soffrire per riuscire ad arrivare dove sono?

 

Molto. Ho dovuto cambiare la mia mente, per prima cosa. Perché se ero un fallito dipendeva per prima cosa da quello che avevo io in testa, dalla mia mancanza di iniziativa e di coraggio. E poi ho dovuto profondamente cambiare anche il mio rapporto con il denaro.

 

Il denaro è buono, questo mi sono dovuto mettere in testa prima di diventare un grande trader di opzioni binarie. Non ci facciamo illusioni sul denaro e sulla psicologia: il denaro entra nella nostra vita se noi lo vogliamo, il denaro entra quando lo vogliamo.

 

Superati questi ostacoli psicologici, ho iniziato a fare trading. E devo dire che da subito ho cominciato ad avere dei rendimenti elevati. Sono stato un pioniere delle opzioni binarie e ho dovuto sperimentare sulla mia pelle le strategie che funzionavano meglio. Tra l'altro a differenza di altri miei colleghi trader che conoscevano l'inglese, io non potevo accedere alle tante risorse in lingua inglese sulle strategie di trading per opzioni binarie per la semplice ragione che io non parlo l'inglese. All'epoca anche il mio italiano era piuttosto scadente visto che ho lasciato la scuola presto e anche quando ci andavo non ho mai concluso nulla. Poi certo con i soldi che sono arrivati mi sono anche elevato culturalmente e oggi parlo anche inglese. Ma all'epoca non avevo a disposizione materiale didattico di qualità, perché su internet c'erano solo guide di bassa qualità e sempre in inglese.

 

Chi comincia adesso a fare trading di opzioni binarie ha il vantaggio immenso di cominciare con guide di qualità, molto dettagliate. Per esempio clicca qui e scopri che bella guida hanno a disposizione i trader che cominciano oggi per fare trading di opzioni binarie. Parliamo di broker recensiti accuratamente, di tecniche di trading spiegate nei dettagli più infimi, di strategie che funzionano davvero.

 

Tutto spiegato con parole semplici, senza tecnicismi.

 

Se fosse esistita una guida così quando ho cominciato io a fare trading di opzioni binarie molto probabilmente mi sarei risparmiato un sacco di problemi, di gravi problemi.

 

Non è che tutte le operazioni digitali che ho fatto mi sono andate a buon fine: anzi, parecchie volte ho avuto delle operazioni che sono andate in perdita. Le operazioni in profitto sono molte di più di quelle in perdita, ovvio. Anche il volume complessivo delle perdite è largamente inferiore al volume dei profitti.

 

Intendiamoci, non mi sto lamentando delle perdite. E' ovvio che chi fa trading di opzioni binarie mette in conto preventivamente che un'operazione ogni tanto finisca in perdita. Ma se la preparazione specifica non è ottimale, si rischia veramente di finire in perdita molte più volte.

 

Concludo questa lunga discussione ricordando a tutti che per fare soldi con le opzioni binarie ci vogliono buone guide, buon materiale didattico.

 

Le opzioni binarie non sono una macchina che stampa soldi, sono un modo per intervenire sui mercati in modo sicuro, facile e adatto anche agli stupidi. Io quando ho cominciato ero uno stupido, una persona che aveva la terza media, non un esperto.

 

Adesso mi sono elevato anche culturalmente, perché i soldi ti fanno rendere conto che la cultura ha un valore. Ma all'epoca, ero nulla!

Condividi post
Repost0

commenti